Cerca
  • I Salotti di Serendipity

Dall'India la tradizione del Naan

Un vero viaggio di conoscenza di luoghi e tradizioni inizia anche, e forse, sopratutto, dal cibo. Se è vero che rimaniamo colpiti dai monumenti, dalla vegetazione e dall’architettura, per poter dire che conosciamo il luogo che abbiamo visitato bisogna provare le sue chicche culinarie. Il pane è una di queste, è una squisitezza che attraversa tutto il pianeta. Dopo il viaggio che abbiamo fatto ieri con racconti e foto del Sud dell'India oggi restiamo li e ci prepariamo il pane naan grazie a @irenematassoni amica e collaboratrice di tanti eventi che abbiamo organizzato.


Ciao a tutti.

Oggi ho fatto il naan, il tipico pane che accompagna i piatti della cucina indiana.

Se volete ripetere la ricetta considerate i tempi di lievitazione (cinque ore), per il resto il procedimento è semplicissimo.

Per 10 naan procuratevi i seguenti ingredienti:

500 grammi di farina 00

250 grammi di yogurt bianco naturale

100 ml di acqua

7 grammi di sale

2 grammi di lievito di birra (meglio se fresco)

Olio extravergine di oliva (solo per la fase finale di cottura in padella antiaderente)

Preparate un impasto unendo la farina, lo yogurt, il lievito e (quasi tutta) l’acqua. Aggiungete poi il sale e la restante acqua, impastando finché il risultato non sarà omogeneo e liscio.

Riponete l’impasto in una ciotola, copritela e lasciate lievitare 4 ore a temperatura ambiente. Dopo le 4 ore, dividete l’impasto in 10 parti uguali.

Prendete una porzione e piegate l’estremità dell’impasto all’interno rigirandolo poi per formare una sfera. Fate lo stesso con le altre porzioni e riponetele poi in una teglia (coprendole) dove le lascerete lievitare un’altra ora.

Dopo un’ora stendete le palline sul piano di lavoro leggermente infarinato fino a 15 centimetri di diametro.

Scaldate una padella antiaderente con un filo d’olio e cuocete il naan un minuto da un lato e un minuto dall’altro.


35 visualizzazioni